!!-!! Sono Aperti nuovi servizi: Orari Autobus per Saronno e Rho, Stradario Completo di Origgio, Lista Associazioni Origgesi con indirizzi

 


Home Page
Dov'è Origgio
Il Gonfalone

Stradario


La storia del Paese
dagli albori al 1110
dal 1110 al 1497
dal 1497 al 1985
dal 1895 ad oggi


La Madonnina del Bosco
L'Antica Cappella
La Miracolosa Madonna
L'Annunciazione
La Solennità
Provvidenziale Giumento
Il Nuovo Santuario
Pellegrinaggi


Chiesetta di San Giorgio
Dalle Origini al 1700
Il San Giorgio Attuale
Foto Interne


La Chiesa Parrocchiale
Le Prime Notizie
Visita Pastorale del 1570
La chiesa nel Seicento
Il primo Settecento
Il secondo Settecento
L'Ottocento
dal 1910 ad Oggi
I dipinti:
Pietà con dondatore
S.Carlo adora la Croce
La visione di S.Antonio
La statua Dorata
Foto Interne


Castello Borromeo


Torre ai Caduti


Villa Borletti
Articolo Informazona


TorreSchiapparelli


Il Bosco di Origgio
Generalità
Fitogenesi Originaria e Note Storiche
Vegetazione Arborea Autoctona
Altri Arbusti ed Erbe
Essenze Introdotte
Funghi
Fauna: Mammiferi e Rettili
Fauna: Volatili e Farfalle
Alberi di particolare interesse o pregio
Problemi
Riassunto sul Bosco:
Natura e Storia 1
Natura e Storia 2
Natura e Storia 3


Piantina dei Monumenti
Links su Origgio
Ringraziamenti


Gallerie Fotografiche:
I Monumenti
La Civiltà
I Paesaggi


Contattatemi anche per il minimo dubbio o chiarimento!

 

D)Cosa facevate la sera?

R)Nei mesi autunnali ed invernali si andava a letto, anche per non sprecare il petrolio della lucerna.  Diverso il discorso dell'estate, dove non c'era tempo, bisognava lavorare, ma ci si aiutava quando si doveva mietere, o sfogliare il granoturco, lo facevamo tutti assieme, una proprietà per volta, raramente si litigava.  Le occasioni di lite cantavano per ragioni campanilistiche da paese a paese, c'era molta rivalità con Caronno ("Va no' a Caron sa ta ghe no' bisogn", recita un vecchio adagio origgese), con Cantalupo e soprattutto con Uboldo.

D)Cosa succedeva?

R)Spesso i gruppi di paesani si trovavano a Saronno per portare da mangiare ai familiari che li' lavoravano.  Si partiva a piedi dal paese con in mano la "gamèla", una specie di piccola pentola di rame contenente il cibo (minestra o il solito stufato di patate); al ritorno si incrociavano i "colleghi gamellisti" di Uboldo e prima del bivio volavano regolarmente insulti ("Uricc, mangia naricc, cagnett da Ubold, ecc).  La cosa curiosa e' che gli stessi gruppi si erano già incontrati all'andata amichevolmente; ad ogni ritorno invece c'erano insulti e a volte pure zuffe alle quali partecipavano sia ragazzi che donne.

D)tornando allo stare insieme, par di capire che lo si faceva solo per comodo...

R)No, non bisogna pensare che fosse solo per necessità: si tratta di un discorso molto più ampio, che investe le abitudini di ogni giorno, le tradizioni ed anche la religione: non dimentichiamo che la messa della domenica era comunque anche un'occasione per vedere gente.  Per finire il discorso del sociale, la domenica ci si trovava spesso dal Veneri, un'osteria che cucinava bene "la picula"...

D)cos'era la "picula?"

R)Era una porzione ridotta di busecca, o magari di "casoeura", del giomo prima.

D)una busecca "mignon", insomma....

R)Si, non tutti se la potevano permettere, ma chi poteva andava spesso presso questa grossa osteria, che era gestita dalla famiglia Campi; lì si discuteva e ci si trovava anche fuori dai gruppi familiari o di cortile.

D)il dialetto di Origgio si differenzia molto dal milanese; e rispetto agli altri paesi vicini? 

R)L’origgese calca molto i toni sull u, assomiglia un po' in questo al leventinese; termini come "ull bubuscia, (il vitellino,n.d.r) l'urbisoeu, i sùqarùn" ed altri, sono un buon esempio di ciò; per questo si differenzia anche di molto dai paesi vicini; andando verso nord, cioè a Gerenzano (dove domina la zeta) Cislago, ecc. la differenza si acuisce. oggi il dialetto è sempre meno parlato e credo che ciò non sia un fatto molto positivo.

 

 

 


Il vecchio Uricc
Il Paese delle Oche
Cosa di Mangiava
Mercato, Bachi da Seta
Cosa facevano i Ragazzi
Il Bosco
I giochi
Le Pratiche Religiose
Natale ed il Mese Mariano
Vita Militare
Altri Ricordi
Signor Arturo:
Gli Ambulanti
I giochi
Alimentazione
Vita Sociale
Considerazioni


Uricc in Dialett
Gravidansa e Nascita
Cuscritt e Vita Milidar
Fidanzament e Nozze
La famiglia Patriarcal
Laurà
Stagiun e loro ritmo
Vita dell'ann
Segheria, Patati e Maragun
I Mort
La Stalla
Ul viv da tutt i Dì
Medisin, Credens Medich e vestì
I mestè
Ul Paesagg
Scheura e Gioeuc
Proverbi:
Pagina Prima
Pagina Seconda
Pagina Terza
Pagina Quarta
Pagina Quinta


Memorie di G.Ceriani
Com'era Origgio
Le Strade
Le Campagne
I Cassinot e i Strasce
Le Feste Religiose
I Cortili
Cognomi e Soprannomi


Storia del Bozzente
Detto Cislaghese
Introduzione
Parte Storica, I tre Torrenti
Il contratto Borromeo del 1603
Cavo Borromeo
Le difese dei Paesi
La Grande Piena del 1756
Le conseguenze della Piena
Il Piano di Separazione
I tre Torrenti
I Lavori
Situazione Attuale
Brano in Dialetto
Traduzione


Il Centro di Compostaggio
Centro Storico
Bosco a Rischio:
Cos'è la Zona F
La lettera del Sindaco
Lettera del 22-02-2002
Lettera 30-05-2002
Considerazioni
Cons.Comun 05-07-02
Cons.Comun 06-12-02
Esondazione 04-05-2002
Qualità Aria Settembre
Qualità Aria Dicembre
Proporzioni Zona Boschiva
Ecologia ai Tempi di Orazio
Nuovi Sviluppi su: www.adboriggio.org


Oratio Autobus
Stradario
Orario Treni FNM
Associazioni Origgesi
Sindaco e Giunta
Consiglieri Comunali
Orari Uffici comunali