!!-!! Sono Aperti nuovi servizi: Orari Autobus per Saronno e Rho, Stradario Completo di Origgio, Lista Associazioni Origgesi con indirizzi

 


Home Page
Dov'è Origgio
Il Gonfalone

Stradario


La storia del Paese
dagli albori al 1110
dal 1110 al 1497
dal 1497 al 1985
dal 1895 ad oggi


La Madonnina del Bosco
L'Antica Cappella
La Miracolosa Madonna
L'Annunciazione
La Solennità
Provvidenziale Giumento
Il Nuovo Santuario
Pellegrinaggi


Chiesetta di San Giorgio
Dalle Origini al 1700
Il San Giorgio Attuale
Foto Interne


La Chiesa Parrocchiale
Le Prime Notizie
Visita Pastorale del 1570
La chiesa nel Seicento
Il primo Settecento
Il secondo Settecento
L'Ottocento
dal 1910 ad Oggi
I dipinti:
Pietà con dondatore
S.Carlo adora la Croce
La visione di S.Antonio
La statua Dorata
Foto Interne


Castello Borromeo


Torre ai Caduti


Villa Borletti
Articolo Informazona


TorreSchiapparelli


Il Bosco di Origgio
Generalità
Fitogenesi Originaria e Note Storiche
Vegetazione Arborea Autoctona
Altri Arbusti ed Erbe
Essenze Introdotte
Funghi
Fauna: Mammiferi e Rettili
Fauna: Volatili e Farfalle
Alberi di particolare interesse o pregio
Problemi
Riassunto sul Bosco:
Natura e Storia 1
Natura e Storia 2
Natura e Storia 3


Piantina dei Monumenti
Links su Origgio
Ringraziamenti


Gallerie Fotografiche:
I Monumenti
La Civiltà
I Paesaggi


Contattatemi anche per il minimo dubbio o chiarimento!

 

Tutte le strade che conducevano a un altro paese avevano il suo nome così strada per Saronno strada per Uboldo strada per Caronno strada per Lainate eccetto per due Strade che avevano un nome diverso per esempio quella per Cantalupo che si chiamava Stra Murade e quella per la Muschiona che si chiama Stra Madona appunto perchè si trovava sulla strada che portava alla Madonnina del Bosco. Ora ha la sua chiesetta ma a quei tempi i Boschi arrivavano fino alla Madonnina ma col passare degli anni tutto cambia e così è diventato tutto terreno coltivabile poi sono arrivati i Maestroni e così i Boschi di Origgio sono dimezzati formando una fattoria di sua proprietà.

Le Stradine di campagna.

Avevano tutto il suo nomignolo particolare la via ai Boschi che partiva dal palazzo Borromeo e andava fino al Bosco ma aveva anche un nome particolare e si chiamava Stra Dun perché era una strada che serviva ai Borromeo nelle occasioni di divertimento come la caccia e allora magari andavano con cavalli e carrozze o Landò che a quei tempi era come avere un automobile e allora la strada doveva essere tenuta bene perché doveva passare i signori Conti Borromei che a quei tempi comandavano quasi tutto il paese essendo tutta sua proprietà poi venivano alle stradine e tutte per distinguerle avevano il suo nomignolo.

Le stradine di campagna avevano tutti dei nomi particolari per distinguerli da una campagna all’altra per esempio la costa ul Puste ul carlun la vigneta la Vignascia la stra Madona la buschina la stia Vascia la stra Kighen i Runquar adesso via ai Ronchi ul lazaret e così via tutte le stradine e strade erano fiancheggiate da siepi cespugli rovi e alberi da fuoco come rubinie e altre specie tutte da bruciare e fino a quà niente asfalti e strade provinciali ma tutte buchi polveroni e sassi.

Le strade dei Boschi anche loro avevano il suo soprannome come la stra Belű la stra nèva la stra del Mess ul streciunn la stra vascia la stra madona ecc.. così tutti i suoi nomi particolari per distinguerli per recarsi poi all’inverno a tagliare legna da ardere e piante da abbattere per certi legnami d’opera che abbisognavano ai padroni così per designare un tale quadrato ci anno dato un nome a ogni quadrato io ero bambino i Boschi erano più del doppio di adesso.

Alcuni nomei di quadrato di Bosco come dicevo prima avevano dei nomi particolari come il caragnan la Brusa la taia lunga la pinera di minicc la valeta un giecc i castanit ul Buscc di platan ul stre ciun la stra nenva la stra Belii e tanti piccoli nomignoli per indicare il tale punto di riferimento.

 

 

 


Il vecchio Uricc
Il Paese delle Oche
Cosa di Mangiava
Mercato, Bachi da Seta
Cosa facevano i Ragazzi
Il Bosco
I giochi
Le Pratiche Religiose
Natale ed il Mese Mariano
Vita Militare
Altri Ricordi
Signor Arturo:
Gli Ambulanti
I giochi
Alimentazione
Vita Sociale
Considerazioni


Uricc in Dialett
Gravidansa e Nascita
Cuscritt e Vita Milidar
Fidanzament e Nozze
La famiglia Patriarcal
Laurà
Stagiun e loro ritmo
Vita dell'ann
Segheria, Patati e Maragun
I Mort
La Stalla
Ul viv da tutt i Dì
Medisin, Credens Medich e vestì
I mestè
Ul Paesagg
Scheura e Gioeuc
Proverbi:
Pagina Prima
Pagina Seconda
Pagina Terza
Pagina Quarta
Pagina Quinta


Memorie di G.Ceriani
Com'era Origgio
Le Strade
Le Campagne
I Cassinot e i Strasce
Le Feste Religiose
I Cortili
Cognomi e Soprannomi


Storia del Bozzente
Detto Cislaghese
Introduzione
Parte Storica, I tre Torrenti
Il contratto Borromeo del 1603
Cavo Borromeo
Le difese dei Paesi
La Grande Piena del 1756
Le conseguenze della Piena
Il Piano di Separazione
I tre Torrenti
I Lavori
Situazione Attuale
Brano in Dialetto
Traduzione


Il Centro di Compostaggio
Centro Storico
Bosco a Rischio:
Cos'è la Zona F
La lettera del Sindaco
Lettera del 22-02-2002
Lettera 30-05-2002
Considerazioni
Cons.Comun 05-07-02
Cons.Comun 06-12-02
Esondazione 04-05-2002
Qualità Aria Settembre
Qualità Aria Dicembre
Proporzioni Zona Boschiva
Ecologia ai Tempi di Orazio
Nuovi Sviluppi su: www.adboriggio.org


Oratio Autobus
Stradario
Orario Treni FNM
Associazioni Origgesi
Sindaco e Giunta
Consiglieri Comunali
Orari Uffici comunali