La teoria di Eddington

Eddington propose una teoria: si dice che un'entitÓ quantistica non osservata si trova in una sovrapposizione coerente di tutti i possibili stati permessi dalla sua funzione d'onda.

Non appena un osservatore compie una misurazione capace di distinguere questi stati, la funzione d'onda "collassa" e l'entitÓ viene forzata in un unico stato.

Tuttavia anche questo linguaggio astratto contiene implicazioni equivoche. Una di queste Ŕ che le operazioni di misura richiedono un intervento fisico diretto.

I fisici spiegano il principio d'indeterminazione in questo modo: quando si misura la posizione di un'entitÓ quantistica, non si pu˛ fare a meno di scaraventarla fuori dalla sua traiettoria, perdendo informazione della sua direzione e sulla sua fase, una posizione relativa delle creste e dei ventri.