Frasi curiose, pagina 1

“Le speranze sono come gli ornamenti per capelli. Le ragazze vogliono mettersene troppi ma, quando diventano vecchie, anche uno solo le fa sembrare ridicole” (proverbio giapponese)

Prezzo pagato in India dai produttori di parrucche europei e asiatici per un chilo di capelli lunghi almeno 30 centimetri: 72.000 lire. Capelli più corti valgono la metà, i cascami raccolti dal pavimento dei barbieri sono acquistati dall’industria chimica per 3.600 lire al chilo. Il tempio di Vankateswara, a Dirupati, in India, incassa ogni anno circa un miliardo e 400 milioni vendendo i capelli rasati dalle teste dei pellegrini.

Hu Saelao, 85 anni, membro di una tribù della provincia tailandese di Chiang Mai, non taglia i capelli da settant’anni. Lunghezza raggiunta: cinque metri e quindici centimetri.

Secondo la leggenda, Gabriele D’Annunzio bevevo champagne nel cranio di una vergine, dormiva su un cuscino imbottito con i capelli delle amanti, portava pantofole di pelle umana.

Il momento in cui Alessia Marcuzzi si piace di più è quando è appena sveglia: “Spettinata come tutte, con quel particolare chiarore della pelle che si ha solo appena svegli, con le lentiggini e i pomelli rossi da contadinella, come dice mia madre”. Oltre a cambiare colore dei capelli (“sono rossa di capelli, ma in televisione mi piaccio di più bionda”), vorrebbe ridursi il seno (“E’ così grande. Non ho più 18 anni, questa quinta misura è un po’ scomoda quando devo fare su e giù dai palcoscenici”).

 

“Sono stufa di vedere in tv soltanto sederi e tette, anche perché io non ne ho” (Rita Pavone).

 

Da un prosciutto che pesa 12 chili si ricava un culatello da appena tre e mezzo.

 

Messi in fila gli hamburger cucinati ogni anno da McDonald’s si andrebbe e tornerebbe diciassette volte dalla Terra alla Luna.

 

Ogni anno un americano getta nella spazzatura 2 quintali di alimenti (mille hamburger, 300 banane e 60 panetti di burro).

 

Indagine dell’AcNielsen sui generi alimentari che hanno registrato un aumento di vendite nell’ultimo anno: al primo posto, la salsa di noci (crescita del 65,8 percento), seguita da minestre preparate (28,3 per cento), infusi, grana grattugiato e carni avicunicole (20 percento). Diminuite le vendite di pomodori pelati, carne surgelata, spalmabili per spuntini, similari dello yogurt e spalla.

 

“A un congresso del Partito Breznev riceve un biglietto con la domanda: ‘Leonid Il’ic! Perché nei negozi non si trova la carne?’’Compagni!-risponde Breznev- Stiamo marciando a grandi passi verso il comunismo e, a questa velocità, le vacche non riescono a starci dietro ’ ”.

 

Il filetto alla Strogonov o Stroganoff porta il nome del diplomatico russo conte Grigorij Aleksandrovic Strogonov, vissuto nel Diciottesimo secolo. Membro di una delle famiglie più ricche di Russia, dopo aver perso tutti i denti, non potendo più mangiare bistecche e non amando le polpette, chiese ai suoi cuochi una ricetta che gli permettesse di non rinunciare alla carne.

 

L’antropologo Claude Lévy-Strauss in uno studio sui cannibali Tupì ha concluso che il metodo di cottura della carne umana (bollito per uso domestico, arrosto se ci sono ospiti) ricorda quello del pollo in Francia.

 

Glenn Gould venne messo davanti a un pianoforte a 3 anni, cominciò a comporre a 5, diede il primo concerto a 13. D’un tratto, a 32 anni, fu assalito da varie stranezze e fobie: non toccava nulla con le mani e dormiva pochissimo, soltanto al primo mattino e dopo aver consumato il suo unico pasto quotidiano: latte, 2 uova, frutta. Si rifiutava di uscire di casa, anche d’estate, se non aveva indosso soprabito, guanti, sciarpa e berretto. Per evitare il freddo portava con sé dei manicotti che non abbandonava mai, nemmeno nella stanza da bagno.

 

Tommaso di Ser Giovanni di Simone guidi fu soprannominato Masaccio, cioè “l’idiota”, perché era talmente distratto che a volte dimenticava di farsi pagare i quadri.

 

Mi hanno colpito, in Australia, alcuni enormi cartelloni pubblicitari che dicevano testualmente: “Chi beve e guida è un idiota” (Giancarlo Fisichella)

 

Dal libretto di uso e manutenzione di un'auto giapponese destinata al mercato Usa:"Se Lei si espone a lungo e con frequenza all'olio per il motore, Lei rischia di provocarsi un dermacarcinoma"; "Se Lei toglie la chiave dell'accensione mentre sta guidando, ciò blocca lo sterzo. Questo può causare la perdita del controllo del veicolo";"L'ossido di carbonio è un gas tossico. Se Lei lo respira ciò può provocare la Sua morte o causarLe uno stato di incoscienza". Avvertenza in grassetto: "Se si chiude un finestrino automatico quando un bambino ha le mani o le dita che sporgono, questo può essere molto pericoloso".

 

L’automobile più cara del mondo è la Bentley Azure Mulliner: 681 milioni, optional esclusi. Mike Tyson ne ha due.

 

“Vissero infelici perché costava meno” (Leo Longanesi)

 

Andando a trovare i suoi parenti austriaci, il signor Humphrey Oweka, 39 anni, nigeriano, ha portato con sé gli ingredienti per cucinare una prelibatezza di casa sua: è stato fermato all’aeroporto di Vienna perché la polizia di frontiera gli ha trovato nelle valige 31 chili di topo affumicato.

 

Nel parco di Sainte Croix a Rhodes, in Francia, il 7 e l’8 maggio si è tenuto il Festival del Disgusto. Tra le attrazioni: corsa di scarafaggi, buffet di grilli fritti e pizza ai vermi della farina.

 

Stephen King soffre di vertigini, è terrorizzato dai ragni, non ha paura dei serpenti, odia gli scarafaggi.

 

La Cantor&Silver, in Inghilterra, produce ogni giorno cento lenti a contatto per cani, gatti e cavalli con difetti di vista.

 

La compagnia telefonica Telia ha progettato Fido Tracking, un marchingenio a forma di osso, da applicare al collare dei cani, per rintracciarli ovunque e in ogni momento. Al suo interno, un dispositivo di posizionamento satellitare (Gps) e un collegamento alla rete Gsm per comunicare la posizione al cellulare.

 

I finlandesi chiamarono il cellulare känny, “prolungamento della mano” (i ragazzi tra i 13 e 17 anni spendono in media 170-340 mila lire al mese tra chiamate e messaggi Sms). Pasi Mäenpää, sociologo dei consumi: “Noi finlandesi siamo timidi, riservati, con tendenza all’isolamento, alla depressione e la suicidio. E il telefonino ha provocato emozioni. Dobbiamo essere noi ad adattarci a lui, non il contrario.”

 

“Da quando hanno inventato i telefonini, ogni appuntamento con una donna è in realtà un incontro atre” (Luciano De Crescenzo).

 

Durantel’Amsterdam Tatoo Convention del 9 maggio 1996, ventidue artisti tatuarono in contemporanea il divo del circo americano Enigma. Costui, oltre ad avere il corpo tutto ricoperto di aculei di porcospino, si è anche fatto innestare un paio di corna che crescono, su una base di corallo, di quasi quattro centimetri l’anno.

 

Personaggi dello sport con un tatuaggio di Che Guevara: Maratona (braccio destro), Mike Tayson (parte sinistra del torace), Sebastiano Veron (braccio sinistro).

 

In Giappone i soshinbori (tatuaggi che ricoprono tutto il corpo) incutono rispetto: in passato erano prerogativa dei membri della mafia nipponica, oggi sono diventati di moda anche tra i cittadini irreprensibili, ma in quasi tutte la piscine, le palestre e i bagni pubblici è vietato l’ingresso alle persone tatuate. Costo dei soshinbori: 12.000 dollari.

 

L’azienda più vecchia del mondo ancora in attività è la “Hoshi”, catena alberghiera giapponese fondata nel 718. Subito dopo in ordine di anzianità arriva la “Baronvier e Toso”, vetreria artistica di Murano fondata nel 1259. Terza un’altra azienda italiana, la “Fabbrica d’armi Pietro Beretta”, fondata nel 1526. Diverse altre aziende italiane figurano nella classifica compilata dal quotidiano francese “Le Monde”, tra queste la “Cartoleria Mantovana” fondata nel 1690, produce cartoline postali e figura al tredicesimo posto, la “Amarelli” fondata nel 1731, produce liquirizia, è al sedicesimo posto, la “Fratelli Piacenza” fondata nel 1733, produce filati in lana, è al diciassettesimo posto.

 

Confezionate da signore di Washington centinaia di maglie di lana per riparare dal freddo pinguini di Phillip Island, a sud est di Melburne (il petrolio scaricato in mare rende inefficace la loro protezione naturale)

 

Secondo l’Organizzazione internazionale del lavoro, in Ucraina un dipendente su tre non riceve stipendio, ma continua a lavorare per assicurarsi un pasto al giorno alla mensa dell’azienda e per non perdere alcun benefit sociale (sanità, previdenza ecc.).

 

Per far arrivare ogni giorno sandwich freschi ai trecento dipendenti di Buckingham Palace, la Regina Elisabetta ha autorizzato una spesa di 12 milioni di lire la settimana.

 

Stipendio di un deputato italiano: 8.949.386 lire di indennità, 5.501.100 di diaria, 1.650.000 di “rimborso spese accessorie di viaggio”, 7.800.000 di “spese per mantenere il rapporto tra eletto e elettori”. Totale: 23.890.000 lire al mese. I vicepresidenti della Camera ricevono altri 8,813 milioni, i tre deputati-questori 7,9 milioni, i presidenti di commissione 5,675.

 

L’attrice e cantante americana Brandy, vent’anni: “Il mio passatempo preferito è lo shopping, riesco a spendere anche una media di venti dollari al minuto”.

 

Costo di un panino a Londra, 8.400 lire; a Parigi, 4.500; a Berlino, 2.000,3.000; a Roma, 1.500-7.000; a Milano, 4.000.